Spring time, amore e odio: il kit di sopravvivenza dei soggetti allergici

Anche se potrebbe sembrare insensato parlare di stagioni, visto il clima pazzo che sta stravolgendo questo 2022, i soggetti allergici sanno bene che la primavera rappresenta sempre una minaccia.

Da un lato il (teorico) arrivo della bella stagione piace per via del sole, dell’aria che inizia a profumare di fiori e di natura, e per l’atmosfera che anticipa l’estate. Di contro, è in primavera che i pollini iniziano a viaggiare, diventando un serio problema per chi soffre di allergie. Vediamo quindi di approfondire questo argomento, scoprendo il kit di sopravvivenza dei soggetti allergici.

L’arrivo della primavera e la comparsa delle prime allergie

Le fioriture sono belle da ammirare ma anche pericolose per chi soffre di allergie. I pollini sono infatti in cima alla classifica dei nemici dei soggetti allergici, che – non a caso – in primavera programmano ogni loro movimento seguendo il cosiddetto calendario dei pollini, e cercando di ridurre al minimo sindacale il rischio di esposizione.

Quali sono i sintomi più diffusi? Naturalmente il forte prurito al naso, seguito da arrossamenti vari della cute e da una sensazione di sgradevole pressione sul petto e a livello polmonare. Anche il gonfiore degli occhi rientra in questa lista, e lo stesso discorso vale per il senso di spossatezza che si avverte a livello fisico. Non potremmo poi non citare altri sintomi come la tosse e gli starnuti, e il classico naso che cola. Per sopravvivere a tutto questo, è necessario munirsi di un kit che possa includere soluzioni valide, come i farmaci per l’allergia e per l’asma, reperibili anche online rivolgendosi alle farmacie specializzate, e da portare sempre con sé durante le giornate primaverili trascorse all’aria aperta. Oltre ai farmaci, il kit dovrebbe “contenere” anche alcune buone abitudini, che verranno approfondite nel prossimo paragrafo.

Le buone abitudini per difendersi dalle allergie primaverili

Si consiglia ad esempio di fare incetta di vitamine, mangiando frutta e verdura, o integrando la dieta con i supplementi appositi. Questo per aumentare le difese immunitarie, così da diminuire il rischio delle allergie e la portata dei sintomi correlati. Anche gli alimenti che liberano istamina sono particolarmente consigliati, e lo stesso discorso vale per il the verde, ricco di antiossidanti naturali. Non si finisce qui: fra le buone abitudini in primavera ce ne sono alcune da adottare anche in casa. Si consiglia ad esempio di evitare di aprire le finestre durante le fasce orarie più calde, dato che è durante queste ore che la diffusione dei pollini si fa più intensa e minacciosa. Inoltre, sarebbe il caso di consultare sempre il calendario dei pollini e di evitare di frequentare i luoghi esterni maggiormente a rischio. Anche il lavaggio dei capelli può aiutare, liberando la chioma dai depositi di polline. Descrizione dell'immagine