FederNotizie

L'informazione è per tutti

Sinusite: cosa è e come curarla con le cure termali

sinusite-cosa-e-e-come-curarla-con-le-cure-termali

La fastidiosa sinusite è un'infiammazione dei seni paranasali. Questi seni altro non sono che quattro paia di cavità nelle ossa del cranio poste sopra le sopracciglia, all'attaccatura del naso, piene di aria - per poter alleggerire lo scheletro della faccia. Sono normalmente rivestiti da un muco che è strettamente a contatto con quello contenuto nel naso e nella faringe, e, tra l’altro, aumentano la percezione degli odori e aiutano nella regolazione del tono della voce. I seni paranasali, inoltre, hanno il compito di proteggere il cervello dai traumi, depurare l'aria inspirata, e ci difendono da germi, polveri irritanti o batteri, inglobandoli nel muco. Se il muco non riesce a fuoriuscire correttamente, questi germi rimangono all'interno dei seni, dando origine all'infiammazione. Questa patologia, molto diffusa tra la popolazione, è piuttosto difficile da curare, ed è pertanto facile che tenda a cronicizzare, portando come conseguenza episodi ricorrenti di cefalee, febbre e secrezione nasale.

I sintomi Come possiamo riconoscere la sinusite? I sintomi che si provano quando si contrae la sinusite sono perlopiù il senso di gonfiore e di dolore che si possono provare in corrispondenza dei seni interessati, solitamente quelli frontali e mascellari. Il dolore, che si concentra presso le arcate delle sopracciglia ed in corrispondenza degli zigomi, si accompagna spesso a cefalea, febbre ed una forte secrezione dal naso di un muco molto denso, mal di denti, anosmia, stanchezza, tosse, alitosi. Possiamo distinguere fondamentalmente tra due tipi di sinusite: la sinusite acuta, con classici sintomi come secrezione di muco, febbre, mal di testa, che però si risolvono nel giro di qualche giorno dalla comparsa, e la sinusite cronica, infiammazione legata ad esempio ad allergie, che provocano ricorrenti cefalee e ostruzioni nasali, con durata superiore alle 4-5 settimane.

Le cause Che cosa provoca la sinusite? Le cause possono essere molteplici, ma le più comuni sono:

  • infezioni batteriche;
  • infezioni virali (come ad esempio raffreddore o influenza)
  • allergia
  • infezioni dovute a funghi. Se poi soffriamo particolari condizioni è più facile contrarre la sinusite: ad esempio in caso di setto nasale deviato, oppure nel caso di un malfunzionamento del sistema immunitario.

Cosa fare in caso di sinusite? Sicuramente la prima cosa che dobbiamo fare è recarci da un medico otorinolaringoiatra il quale sarà in grado di proporre la diagnosi. Solitamente si fa eseguire al paziente un esame clinico, la rinoscopia, che è in grado di evidenziare lo stato del seno paradossale mediante l'ausilio di un endoscopio a fibre ottiche. In alcuni casi, tuttavia, può rendersi necessaria una TAC per poter sciogliere qualsiasi dubbio nato.

Cure naturali Vi sono molteplici modalità di curare la sinusite in maniera naturale. Vediamone alcune:

  • Cura dell'alimentazione: i latticini, burro e grassi animali in genere (e quindi formaggi, latte intero, mascarpone, panna) devono essere evitati, in quanto possono dar vita a questo disturbo, causando un aumento nella produzione di muco, nemico che può peggiorare questa infezione. Tali alimenti possono essere sostituiti da prodotti a base di latte di riso, o di soia o di avena. Quello che si consiglia, invece, è di aumentare la vitamina C, e dunque mangiare più agrumi, patate, kiwi, broccoli, pomodori, per aumentare le nostre difese immunitarie.
  • Rimedi dalla fitoterapia: può risultare utile l'estratto di Echinacea Angustifolia in grado di rafforzare le difese immunitarie e con una forte azione antibatterica ed antinfettiva, oppure si può optare per il Crab Apple, un fiore di Bach, riconosciuto per la sua azione astringente e disinfettante, nonché per la sua potenza come depurativo dell'organismo.
  • Oli essenziali: si può aggiungere dell'olio essenziale di eucalipto all'acqua presente nel deumidificatore oppure inalare i vapori esalati da acqua calda con aggiunta di alcune gocce di olio essenziale di menta per migliorare la respirazione. In generale si possono utilizzare oli con proprietà lenitive, mucolitiche e antibatteriche.
  • Abbandonare vizi: sarebbe preferibile allentare l'attività fisica per concentrarsi maggiormente sullo stretching e la respirazione. Cercate di evitare di passare da luoghi molto freddi a quelli molto caldi d'improvviso, ma soprattutto dovrete abbandonare, almeno fino a guarire, il vizio del fumo.

    Cure termali Questa malattia otorinolaringoiatrica, che si incontra soprattutto tra bambini ed adulti, dopo un usale raffreddore acuto (episodio infettivo o batterico), continua a manifestarsi con un fastidioso senso di gonfiore o di dolore intorno agli occhi e al viso. Un altro metodo naturale particolarmente efficace per combattere questa insidiosa e fastidiosa patologia sono le cure termali: le acque solfure termali possiedono infatti un naturale potere antisettico e antimicrobico, ponendo queste cure tra i metodi più utili per combattere l’infiammazione in questione. In Italia sono presenti molte sorgenti naturali termali che, grazie alle proprietà antinfiammatorie e curative delle loro acque, sono in grado di dare un beneficio al trattamento della sinusite, alleviando considerevolmente i suoi sintomi. Tra le cure in questione possiamo annoverare le irrigazioni oppure le docce nasali fatte con acqua solfurea: consistono in un profondo lavaggio delle fosse nasali per rimuovere gli accumuli di muco che non riescono a fuoriuscire, ristagnando, favorendo così l'espulsione tramite vie naturali. Oppure si possono scegliere le inalazioni a getto o l'aerosol, che permettono al gas solfureo di raggiungere la muscosa dei seni paranasali: in questo modo aumentano la capacità del nostro sistema di depurare le vie aeree stimolando la produzione di anticorpi e sciogliendo il muco. Un'altra utile cura termale può essere la nebulizzazione che è un trattamento collettivo, in quanto l’acqua termale viene immessa, allo stato di densa ed umida nebbia, costituita da innumerevoli goccioline di acqua minerale, in un ambiente comune in cui il paziente si dovrà trattenere per tutta la durata dell’applicazione.